Nel febbraio 2014 il Cord Blood Center Group ha avviato i primi test clinici europei su bambini affetti da paralisi cerebrale

Il Cord Blood Center Group avvia i primi test clinici europei per il trattamento di giovani pazienti affetti da paralisi cerebrale infantile con il sangue del proprio cordone ombelicale. Questi test sono stati avviati nella nostra filiale in Romania e sono rivolti ai bambini affetti da paralisi cerebrale che hanno unità di sangue del cordone ombelicale interamente processate e depositate in una delle banche del Cord Blood Center Group. I test clinici mirano a confermare la sicurezza e la fattibilità della trasfusione autologa e, in secondo luogo, a valutare la sua efficacia terapeutica nel trattamento della paralisi cerebrale.

La paralisi cerebrale è una diagnosi piuttosto comune tra i bambini, ne è affetto 1 su 500. Può essere causata da una lesione cerebrale o dalla mancanza di ossigeno prima della nascita o durante i primi anni di vita e può compromettere il movimento, l’apprendimento, l’udito, la vista e le capacità cognitive. Non esiste una terapia standard che funzioni per i bambini affetti da paralisi cerebrale. Finora i trattamenti utilizzati sono limitati alla riabilitazione e alla prevenzione di complicazioni. L’uso a fini terapeutici del sangue del cordone ombelicale autologo nella paralisi cerebrale rappresenta un nuovo potenziale approccio terapeutico che promuove il processo rigenerativo del tessuto nervoso. Finora sono stati pubblicati due studi, entrambi negli Stati Uniti, che confermano la sicurezza e l’applicabilità del sangue del cordone ombelicale autologo in bambini affetti da paralisi cerebrale.

Inoltre, le neonate cellule staminali sono state valutate attraverso diversi test clinici per la loro abilità nell’aiutare il corpo a trattare certe condizioni incurabili tra cui l’autismo, la paralisi cerebrale, l’ictus infantile, le lesioni cerebrali di tipo traumatico e la sordità acquisita. Per maggiori informazioni clinicaltrials.gov

L’avvio dei primi test clinici in Romania è stato annunciato nel corso di una conferenza stampa alla presenza del Dr. Speranta Arciudean, primario del Cord Blood Center Group, del Dr. Dana Craiu, MD di Neurologia pediatrica all’ospedale “Al. Obregia” e del Dr. Anca Colita, Primario del Dipartimento di pediatria e del Dipartimento di trapianto di midollo osseo del Fundeni Institute. Il Dr. Dana Craiu e il Dr. Anca Coliţă hanno collaborato in qualità di ricercatori all’identificazione di un nuovo trattamento per la paralisi cerebrale.

“L’anno scorso il Cord Blood Center Group ha aiutato tre bambini affetti da paralisi cerebrale infantile che hanno ricevuto la trasfusione del sangue del proprio cordone ombelicale presso il Duke University Hospital, uno dei 10 migliori ospedali degli Stati Uniti. La terapia è stata praticata con la supervisione del Dr. Joanne Kurtzberg, esperto di fama mondiale sul sangue del cordone ombelicale. Abbiamo sostenuto tutte le spese relative al viaggio dei piccoli pazienti e delle loro famiglie così come i costi dei trattamenti. Siamo molto felici che il trattamento sia stato ricevuto con successo e che i bambini ora si sentano meglio. Questi risultati e queste esperienze ci hanno permesso di aiutare un numero maggiore di bambini affetti da questa condizione. L’avvio dei test clinici in Romania rappresenta il primo passo per il raggiungimento del nostro traguardo: dare ai bambini affetti da paralisi cerebrale infantile la possibilità di condurre una vita normale”, ha detto il Dr. Arciudean, Primario del Cord Blood Center Group.

“L’esperienza clinica acquisita finora conferma la sicurezza del sangue del cordone ombelicale per il trattamento della paralisi cerebrale. Inoltre questo trattamento ha avuto risultati finora incoraggianti. I bambini che hanno ricevuto il trattamento mostrano segni di miglioramento nel movimento e nel linguaggio. Pertanto iniziamo questi test clinici con speranza e confidiamo che questi piccoli pazienti beneficino di un miglioramento della loro salute”, ha detto il Dr. Dana Craiu, Coordinatore nazionale dei test clinici.

Ci sono molti altri bambini affetti da paralisi cerebrale, non solo in Romania ma anche in altri Paesi dove opera il Cord Blood Center Group. Di recente sono stati avviati test clinici simili in Slovacchia e i primi bambini sono pronti per le infusioni.

Se vostro figlio è affetto da paralisi cerebrale infantile, il sangue del suo cordone ombelicale è conservato nel Cord Blood Center Group e desiderate maggiori informazioni sui test clinici del CBC, siete pregati di contattarci ai seguenti recapiti:

06/90282258 telefono, info@cordbloodcenter.it

IMG_6139
cbc