Tessuto Cordonale

Il tessuto cordonale e la gelatina di Wharton

Il tessuto cordonale, importante per il nutrimento del feto, contiene al suo interno una sostanza gelatinosa detta gelatina di Wharton che ha funzione protettiva ed isolante nei confronti dei vasi ombelicale ed è distribuita differentemente in tutti il cordone. La gelatina di Wharton non risulta importante solo per la sua funzione protettiva, ma anche perchè ricca di un particolare tipo di cellule staminali: le cellule staminali mesenchimali. Mentre il sangue cordonale risulta estremamente importante nel campo dell’ematologia e dell’oncologia, le cellule staminali mesenchimali risultano importanti per la rigenerazione e la riparazione dei tessuti. Per questo sono ritenute di grande importanza dalla medicina rigenerativa che continua a studiarne le caratteristiche.

Perché sono così importanti le cellule mesenchimali contenute all’interno della gelatina di Wharton?

Le cellule mesenchimali che si possono estrarre dalla gelatina di Wharton sono cellule capaci di differenziarsi in diversi tessuti che hanno origine e funzione differenti come il tessuto adiposo, il tessuto cartilagineo, quello osseo e tendineo, muscolare scheletrico e cardiaco, in neuroni, in cellule epatiche o polmonari ecc… Nell’ambito della medicina rigenerativa*1 queste cellule risultano di grande importanza perchè capci di migrare in siti molto diversi da quelli di origine e dare la possibilità, ai tessuti danneggiati, di ripararsi. Le cellule staminali mesenchimali (MSC) possono essere ritrovate non solo nel tessuto del cordone ombelicale ma anche all’interno del sangue del cordone ombelicale e dei villi placentari (che rimangono ancora i siti più utili per la loro estrazione), all’interno del tessuto adiposo, del midollo osseo, nei tessuti linfatici , nella matrice del cordone ombelicale e nei tessuti linfatici come milza, timo e linfonodi. La conservazione di queste cellule permetterebbe di dare maggiore supporto anche nel caso di trapianto di cellule staminali ematopoietiche migliorando così le possibilità di riuscita dello stesso e limitando gli effetti del rigetto dovuti al trapianto stesso.

Sangue Cordonale Tessuto Cordonale
Sostituzione di cellule staminali ematopoietiche malate o non funzionali nel midollo osseo: leucemia, llinfoma, anemia aplastica etc. Rigenerazione dei tessuti: tessuto del fegato, del pancreas, tessuto neurale, osseo, cartilagineo, della pelle, tessuto e cellule cardiache etc.
Ripristino dell’attività ematopoietica nel midollo osseo dopo una chemioterapia: tumori del cervello o altri tipi di grossi tumori; Supporto dopo un trapianto di cellule staminali ematopoietiche: diminuzione degli effetti del rigetto , miglior innesto.
Rigenerazione dei tessuti danneggiati: lesioni traumatiche del cervello, paralisi cerebrale, diabete etc. Immunosoppressione: infiammazioni croniche, malattie autoimmuni.

Fonti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Gelatina_di_Wharton
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22525423 Cell Transplant. 2012 Apr 17. [Epub ahead of print] Restricted myogenic potential of mesenchymal stromal cells isolated from umbilical cord. Grabowska I, Brzoska E, Gawrysiak A, Streminska W, Moraczewski J, Polanski Z, Hoser G, Kawiak J, Machaj EK, Pojda Z, Ciemerych MA.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22406078 Life Sci. 2012 Apr 20;90(15-16):591-9. Epub 2012 Mar 3. Neural differentiation of umbilical cord mesenchymal stem cells by sub-sonic vibration.

cbc