F.A.Q.

  • Conservazione cellule staminali

    Il processo di conservazione delle cellule staminali cordonali permette al momento della nascita di preservare le cellule staminali per utilizzi futuri. Per saperne di più clicca qui

  • Quanto costa conservare le cellule staminali?

    CBC Classic Collection
    che prevede la raccolta delle cellule staminali in modo classico tramite cordone ombelicale al prezzo di €990

    CBC Premium Collection
    che prevede la raccolta delle cellule staminali con un metodo tecnologicamente più avanzato tramite placenta a €1.290

    il pagamento per i servizi forniti dalla CBC avverrà solo dopo la raccolta, il trattamento e l’avvenuta crioconservazione, una volta che verrà certificato il risultato che conferma che il sangue del cordone è adatto per i trapianti.

    Per maggiori dettagli sui costi clicca qui

  • Quali tipi di malattie possono essere trattate utilizzando il sangue del cordone ombelicale?

    Nel 1988, a Parigi, fu effettuato il primo trapianto di cellule staminali. Da quel giorno la medicina ci ha permesso di fare grandi progressi in questo campo: oggi è possibile curare più di 80 diversi tipi di malattie grazie alle cellule raccolte dal sangue del cordone ombelicale. In Giappone e negli Stati Uniti infatti le cellule staminali sono diventate la fonte più utilizzata per i trapianti allogenici nei bambini e questo permette ogni giorno di curare malattie gravi come tumori infantili, linfomi, malattie autoimmuni e malattie del sangue. Inoltre grazie agli studi in campo di medicina rigenerativa si ampliano gli orizzonti di cura anche alle malattie neurodegenerative.

  • Il sangue del cordone ombelicale può essere usato per un fratello o un altro membro della famiglia?

    Per quanto riguarda l’uso del sangue del cordone ombelicale per i fratelli la risposta è sicuramente positiva. In questi casi infatti la compatibilità, necessaria affinché un trapianto abbia un esito positivo, è del 25%. La percentuale di compatibilità diminuisce man mano che scende il grado di parentela.

  • Si può raccogliere il sangue del cordone ombelicale partorendo con taglio cesareo?

    Sì, il sangue del cordone ombelicale si può raccogliere senza nessuna controindicazione anche dopo un parto con taglio cesareo. Questo non provoca nessuna sofferenza per la madre e per il bambino poiché il prelievo avviene solo dopo il taglio del cordone ombelicale.

  • Qual è la differenza tra le cellule del cordone ombelicale e le cellule del sangue e del midollo osseo?

    Il sangue del cordone ombelicale è ricco di cellule staminali presenti con una concentrazione particolare, impossibile da ritrovare dopo la nascita. Il tipo più importante di cellule staminali sono le cellule ematopoietiche, cellule in grado di differenziarsi in globuli bianchi, rossi e piastrine. Oltre a queste nel sangue cordonale sono presenti cellule staminali capaci di differenziarsi in cellule muscolari, ossee, cellule produttrici di insulina, cellule del muscolo cardiaco e in tanti atri tipi.  In età adulta, fin dopo la nascita, le cellule staminali sono presenti solo nel midollo osseo. A differenza delle cellule staminali cordonali, ancora “pure”, quelle presenti nel midollo osseo potrebbero essere state influenzate da fattori ambientali, dall’invecchiamento e dallo stile di vita. Inoltre quando si sceglie di prelevare le cellule del midollo osseo si è già in presenza, per la maggior parte delle volte, di malattie gravi quindi c’è il rischio che queste siano già contaminate da cellule cancerose o da precedenti trattamenti. Anche la capacità di riproduzione cellulare cambia: le cellule staminali del cordone ombelicale sono infatti cellule “giovani” e hanno la massima capacità di riprodursi a differenza di quelle prelevate dal midollo osseo in cui invece questa capacità decresce.

  • Quanto tempo può essere conservato il sangue del cordone?

    Le conoscenze attuali suggeriscono che il sangue del cordone ombelicale può essere conservato per tutta la durata della vita umana, senza nessuna limitazione di tempo. Basti pensare che le cellule più vecchie crioconservate sono state utilizzate con successo dalla medicina dopo 50 anni! Le istituzioni che monitorano la conservazione di materiale biologico (FDA; EMEA) non hanno pubblicato nessuna restrizione sulla vitalità delle cellule staminali del sangue cordonale.

  • È importante la quantità di sangue cordonale raccolto?

    L’elemento più importante per l’utilizzo del sangue del cordone ombelicale è la quantità di cellule nucleate durante il processo piuttosto che il volume di sangue raccolto. Il numero delle cellule raccolte determina il peso massimo del paziente per il quale possono essere utilizzate.

cbc