Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

I genitori vedono progressi nel trattamento dei loro figli

Le cellule staminali del proprio sangue del cordone ombelicale questa volta aiutano i piccoli pazienti affetti da paralisi cerebrale infantile. Ad oggi, 4 bambini hanno ricevuto il trattamento in Slovacchia. Il primo studio clinico slovacco per curare questa malattia è stato lanciato all’inizio di quest’anno. Le osservazioni dei genitori sono molto positive e promettenti.

La paralisi cerebrale dei bambini (DMO) non è una diagnosi. Si tratta di una sintesi dei sintomi che derivano da danni al tessuto cerebrale immaturo, sia durante la gravidanza, sia nel periodo post-natale. Assenza di ossigeno o anche l’encefalite virale, la meningite batterica e la lesione traumatica del cervello possono essere coinvolti. I sintomi si verificano prima di raggiungere l’età di 3 anni e hanno una media di 2 a 3 bambini su 1.000.

Cord Blood Center ha permesso l’anno scorso di curare Nelly Vadovič; un medico le ha diagnosticato la paralisi cerebrale infantile subito dopo il primo anno di vita. Nelly ha ricevuto un’infusione del suo proprio sangue del cordone ombelicale in uno dei più prestigiosi ospedali americani dell’ospedale universitario di Durham – Duke. Anche se la famiglia di Nelly deve ancora aspettare la valutazione finale del trattamento da parte degli specialisti statunitensi, l’ammirazione e l’osservazione dei suoi genitori sono incoraggianti. Secondo loro, la figlia fa grandi progressi:

“Alza il busto e ha  imparato a cadere in ginocchio. Si leva in piedi con le mani. È più indipendente, la sua deambulazione e l’articolazione sono migliorate”

dice la signora Vadovičová. Ma il successo più grande è che Nelly ha cominciato a camminare.

Un anno dopo il trattamento di Nelly, più bambini slovacchi hanno avuto la possibilità dello stesso trapianto. All’inizio dell’anno nel centro medico di Bratislava è stato avviato un unico studio clinico finalizzato al trattamento dei bambini con paralisi cerebrale con le proprie cellule staminali. È una fonte ricca di diversi tipi di cellule staminali in grado di riparare i tessuti danneggiati. I primi 3 bambini slovacchi sono già in terapia e i genitori stanno parlando di cambiamenti positivi.

“Alex sta facendo progressi dopo la  somministrazione del sangue del cordone ombelicale, mantiene il corpo, il tronco e sta per un breve periodo di tempo in ginocchio. Vedo grandi cambiamenti sul lato psichico di Alex, più comunicativo ed esprime le sue esigenze. È più ragionevole e più esigente, richiede maggiore attenzione “

ha detto sua madre. Alex è stato il primo paziente dello studio slovacco.

La somministrazione del sangue del cordone ombelicale assume la stessa forma di una trasfusione. Tutti i costi associati al trattamento sono coperti dallo sponsor dello studio – Registro ematopoietico placental slovacco, membro del gruppo Cord Blood Center.

A proposito di banca familiare Cord Blood Center:

Il gruppo CordBlood Center con 150.000 clienti è la seconda banca europea di sangue del cordone ombelicale. Il Gruppo opera  insieme con gli sponsor e il Registro dei donatori di sangue del cordone Eurocord-Slovacchia in programma gratuito per l’uso di sangue del cordone ombelicale, e si registra la prima sperimentazione clinica europea utilizzando sangue del cordone ombelicale nei bambini con paralisi cerebrale.

Gli esperti del CBC hanno lavorato insieme per trattare 51 unità di sangue del cordone ombelicale. I trapianti di sangue del cordone ombelicale elaborati nel laboratori del Cord Blood Center sono risultati di alta qualità confermato da molti centri di trapianto in tutto il mondo, come Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Francia, Paesi Bassi, Australia, Brasile, Israele e Repubblica Ceca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *