Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

Per genitori

Uno studio suggerisce: “Le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale possono aiutare a guarire il cuore danneggiato.”

Circa 500.000 persone nel Regno Unito soffrono di insufficienza cardiaca: quando il cuore non riesce più a pompare sangue nel corpo, causando mancanza di respiro e debolezza.

Fino a poco tempo fa si ipotizzava che il danno fosse irreparabile, ma la nuova ricerca suggerisce che le cellule staminali possono aiutare a rigenerare il corpo. In un esperimento epocale, a 15 pazienti è stata somministrata un’infusione endovenosa di cellule staminali dal cordone ombelicale donato da madri dopo taglio cesareo. Gli esperti hanno utilizzato una serie di test, tra cui la risonanza magnetica per registrare il cambiamento.

Leggi di più

I risultati del trattamento sono stati immediati

I risultati del trattamento sono stati immediati

La professoressa Joanne Kurtzberg è un’esperta di cellule staminali di fama mondiale. Il suo lavoro rappresenta un importante contributo allo sviluppo di metodi curativi che utilizzano le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale. Alla Duke University negli Stati Uniti, sta conducendo un programma di ricerca sul trapianto di sangue del cordone ombelicale.

Leggi di più

Dopo il trattamento con il proprio sangue cordonale, la bambina cominciò a parlare

Isabella ha tre anni e mezzo, ma solo poche settimane fa ha dato il nome di suo fratello per la prima volta. Suo fratello maggiore, Mattew, ha 15 anni e, da piccolo, ha la stessa malattia di Isabella – l’aprassia di un bambino, un disturbo del linguaggio motorio. Questa malattia porta a problemi nel pronunciare suoni, svenimenti e parole, causati dal fatto che il cervello ha un problema nel controllare i movimenti di quelle parti del corpo che compongono il parlato come labbra, slitta e lingua.

Leggi di più

Autismo e cellule staminali del sangue del cordone ombelicale: Verde dalla FDA per un’importante sperimentazione clinica

Sutter Neuroscience Institute (SNI), un importante Centro Medico a Sacramento e il Cord Blood Registry, sta avviando il primo studio clinico supportato dalla FDA (Federal Drug Administration). Le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale del bambino verranno usate per trattare i pazienti affetti da autismo.

Leggi di più

Cellule NK dalla placenta nell’immunoterapia del cancro

Recentemente, la placenta umana ha dimostrato di essere una rara fonte di cellule staminali mesenchimali ed ematopoietiche in diverse applicazioni terapeutiche. A differenza delle cellule staminali, tuttavia, la placenta contiene anche varie cellule del sangue mature. Alcune di loro possono svolgere un ruolo significativo nel trattamento del cancro.

Leggi di più

Nuovo approccio all’autismo

Uno studio clinico dal valore di 41 milioni di dollari utilizzerà il sangue cordonale per trattare autismo, paralisi cerebrale e ictus.

In una piccola sala giochi nella hall del Centro per l’autismo e lo sviluppo del cervello, alla Duke University negli Stati Uniti, Christian Meredith, bambino di 4 anni, gioca con cubetti e animali di plastica.

Leggi di più

In realtà, i rifiuti spesso sono in realtà un tesoro

un’intervista con la professoressa Joanne Kurtzberg

Sei anni fa, il professor Joanne Kurtzbergová, medico e ricercatore presso la Duke Univesity in USA, ha salvato la vita di una bambina che combatte il cancro. Quest’anno, è arrivato in Israele per indagare i bambini con paralisi cerebrale a causa dello studio clinico per il trattamento di questa malattia usando sangue del cordone ombelicale.

Leggi di più

Cellule staminali e medicina sportiva

La medicina rigenerativa e la terapia con cellule staminali sembrano molto promettenti per il trattamento di varie lesioni e malattie che colpiscono gli atleti. Attualmente non esiste una terapia approvata con cellule staminali, ma i ricercatori stanno lavorando per utilizzare una procedura in cui le cellule staminali recuperano e sostituiscono i tessuti e le cellule danneggiati.

Leggi di più

Cellule staminali- potenziale trattamento dei disturbi cognitivi causati da danni cerebrali

È noto da tempo che la terapia con cellule staminali riduce l’infiammazione nella fase critica dopo una lesione cerebrale traumatica. Inoltre, secondo una nuova ricerca preclinica condotta dal dottor Charles Cox della Houston Health Science Center Facoltà di Medicina, Università del Texas, le cellule staminali supportano anche il miglioramento continuo delle funzioni cognitive.

Leggi di più

La quantità di acido grasso DHA omega-3 durante la gravidanza aumenta la quantità di cellule staminali nel sangue del cordone ombelicale del bambino

Gli acidi grassi Omega-3 sono tra gli elementi essenziali della nutrizione, sono essenziali per il sano funzionamento del corpo. Tutti i mammiferi, compreso l’uomo, devono assumere semplici acidi grassi nella loro dieta perché il loro organismo non può sintetizzarli. Il DHA (acido docosaesaenoico) è un acido grasso più complesso che possiamo sintetizzare, ma solo in quantità limitata.

Leggi di più

Le cellule staminali utilizzate per il trattamento della cecità

Per le persone cieche, il pensiero di curare la vista era un sogno impercettibile.

Nel corso del tempo, tuttavia, è diventato realtà. L’anno scorso, uno scienziato è riuscito a restituire la vista ad un cieco. Il trattamento si basa sulla sostituzione delle cellule dell’occhio, specificamente cellule retiniche che sono state danneggiate o usurate, a causa di malattie come la degenerazione maculare (n=Macula punto giallo. Il luogo della visione nitida sulla retina).

Leggi di più