Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

Clampaggio ritardato

Negli ultimi anni si discute delle possibili influenze del taglio del cordone ombelicale al momento del parto sul neonato. Dato che molti genitori prendono in considerazione la possibilità di conservare il sangue ombelicale al momento della nascita del bambino, ci si chiede se è consentito procedere con il clampaggio ritardato del cordone e – al tempo stesso – conservare il sangue ombelicale nella rispettiva banca. La risposta è: SÌ. Leggete qui e scoprite quali sono le condizioni:

Per i bambini che nascono alla regolare scadenza della gravidanza esistono opinioni controverse e – negli ultimi decenni – si è data la precedenza piuttosto al distacco repentino del cordone ombelicale (subito dopo il parto). Le singole organizzazioni mondiali forniscono raccomandazioni piuttosto eterogenee quanto alle tempistiche di attesa prima di distaccare il cordone. Per esempio, l’Organizzazione mondiale della sanità (World Health Organization, WHO) consiglia di tagliare il cordone ombelicale tra uno e tre minuti dopo il parto. Secondo l’Associazione americana degli ostetrici e dei ginecologi, tuttavia, l’intervallo di tempo ideale per il distacco del cordone è 30-60 secondi dopo il parto.

Il clampaggio ritardato del cordone ombelicale non inibisce il prelievo e la conservazione del sangue ombelicale

Il sangue ombelicale è una fonte assai versatile di cellule staminali emopoietiche. Il trapianto di queste cellule rappresenta attualmente l’unica terapia per alcune patologie ematologiche e oncologiche, come leucemia, linfoma, tumori di organi, disturbi immunitari o metabolici.

I risultati di uno studio del 2018 circa l’impatto del clampaggio del cordone sul prelievo del sangue ombelicale ha mostrato che il distacco del cordone entro 1 minuto dal parto ha un impatto negativo alquanto esiguo sul prelievo di unità di sangue ombelicale e non causa diminuzioni della cellularità. Il taglio del cordone ombelicale dopo 1 minuto dal parto comporta un volume minore ed una cellularità ridotta del sangue ombelicale.

Se insieme all’ostetrica si decide di procedere al clampaggio ritardato più di 1 minuto dopo il parto, esiste una soluzione nell’ambito del prelievo delle cellule staminali emopoietiche: il prelievo di sangue placentare (dalle vene superficiali della placenta), nel quadro del programma di prelievo PREMIUM.

Oltre al prelievo di sangue ombelicale, la banca di famiglia Cord Blood Center consente anche il prelievo e la conservazione di tessuto ombelicale. Le tempistiche di distacco del cordone ombelicale dopo il parto non hanno influenza sul prelievo e sulle qualità delle cellule tissutali prelevate da cordone e placenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *