Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

Tessuto cordonale: una nuova risorsa terapeutica dopo un attacco di cuore

Le patologie cardiovascolari sono al primo posto nel mondo tra le cause di morte e sono destinate a rimanere la causa principale.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che il numero di persone che ogni anno muore a causa di una di esse è in aumento, e nel 2030 raggiungerà i 23.3 milioni. (http://www.who.int/cardiovascular_diseases/en/)
Le cure attuali sono in grado di limitare i danni al cuore e di stabilizzarne le condizioni, ma non esiste ancora una cura in grado di ripristinare le stesse funzioni presenti prima dell’attacco cardiaco. Le cellule staminali adulte possono essere la chiave di un nuovo approccio terapeutico destinato a migliorare la prognosi di questi pazienti, prevenendo o facendo regredire i danni causati da un attacco cardiaco.
Un recente studio pubblicato da Armand Keating e i suoi collaboratori, sulla rivista medica ‘’Cell Transplantation’’ evidenzia come 14 giorni dopo un infarto del miocardio per un gruppo di pazienti trattati con cellule staminali, si riscontra un significativo miglioramento delle funzioni cardiache in confronto a pazienti non trattati con questa tecnica (gruppo di controllo).
Lo sviluppo intracoronarico delle cellule staminali dei tessuti che circondano i vasi sanguigni del cordone ombelicale evidenzia ottimi effetti nella riparazione dei tessuti danneggiati del cuore, paragonati all’effetto delle cellule staminali stromali del midollo osseo. Gli specialisti hanno dunque concluso che le cellule staminali del tessuto cordonale ‘’sono preferibili a quelle del midollo osseo nella terapia cellulare dell’infarto del miocardio’’.
In base a questi incoraggianti risultati il Dott.Armand Keating sostiene: ‘’la nostra speranza è che tutto questo si potrà applicare su un numero sempre minore di persone che hanno sviluppato complicazioni, perché la funzionalità del cuore anche dopo un infarto sarà di gran lunga migliore’’.

Per maggiori informazioni: http://scicasts.com/bio/2040-stem-cells/5047-umbilical-cord-cells-perform-better-than-bone-marrow-cells-in-repairing-damaged-hearts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *