Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

Sostituire le valvole cardiache con le proprie cellule staminali cordonali

Le terapie con cellule staminali cordonali si stanno dimostrando molto promettenti in quasi tutti i campi della medicina, e la prospettiva che il cordone ombelicale possa essere usato nel trattamento di diverse malattie è sempre più realistica.
Una delle nuove aree di applicazione è la cardiochirurgia: in particolare quella che si occupa della sostituzione delle valvole cardiache.
Negli ultimi anni è stato portato avanti un concetto molto innovativo: l’ingegneria dei tessuti, che introduce per la prima volta la prospettiva che una valvola cardiaca sostituita possa rimanere nel corpo del paziente per tutta la vita e abbia anche il potenziale per crescere e rimodellarsi.
Così i pazienti, specialmente quelli pediatrici, con difetti congeniti, non dovranno più affrontare i tipici problemi dovuti alle protesi valvolari (per esempio complicanze tromboemboliche, disfunzione strutturale, e non strutturale, infezioni della valvola stessa) e quelli legati alla necessità di continui interventi per la sostituzione della valvola.
Questo significa che la vita di questi pazienti avrà un sensibile miglioramento.
Alcuni ricercatori tedeschi hanno pubblicato il primo risultato di uno studio che dimostra che la generazione delle valvole del cuore umano con cellule provenienti dal sangue cordonale è una via praticabile. Le cellule crioconservate sono state innestate ed hanno creato un’impalcatura biodegradabile. Dopo la maturazione in un sistema bioattivo , la qualità della valvola cardiaca (creata dal tessuto) è stata valutata con metodi diversi.
Anche se rimangono importanti questioni da risolvere, nei prossimi anni queste scoperte costituiranno un passo importante per lo sviluppo di nuove cure per i difetti congeniti.

Fonti: http://download.journals.elsevierhealth.com/pdfs/journals/0003-4975/PIIS0003497509023716.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *