Siamo qui per voi: Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto: +39 366 399 3997

Nelly Vadovičová

Trattamento di una neonata con paralisi cerebrale con il proprio sangue del cordone ombelicale negli Stati Uniti

Nelly, una bambina di sei anni, ha conservato il proprio sangue cordonale nella banca Cord Blood Center ed è stata ammessa ad uno studio clinico americano per il trattamento della paralisi cerebrale. La prima parte del trattamento di Nelly si è svolta nel maggio 2013 presso il prestigioso Duke University Hospital di Durham.
La seconda parte del trattamento di Nelly è stata completata nel maggio di quest’anno e la piccola ritornerà in America ancora una volta – esattamente tra un anno.

Il programma per i partecipanti allo studio inizia il lunedì e termina il giovedì. È chiaramente definito e svolto attraverso esami psicologici, neurologici, discorsivi e uditivi. Particolare attenzione viene dedicata anche alla valutazione del movimento degli arti.

L’approccio clinico dello studio è stato portato in prima linea dal ricercatore principale, la professoressa Dr. Joanne Kurtzberg:

profesorka Dr. Joanne Kurtzbergová“Il nostro studio clinico è in doppio cieco. Ciò significa che metà dei bambini riceve il proprio sangue ombelicale, la seconda un fluido innocuo. Entrambe le sostanze sono di colore rosa.

lekárka Jessica M. Sun“Non sappiamo ancora come le cellule staminali si comportano nel cervello, ma pensiamo che esse rilascino determinati prodotti chimici o ormoni per aiutare a riparare le cellule cerebrali danneggiate e creare nuove connessioni. Ci aspettiamo che tutto ciò duri almeno un paio di mesi,“

spiega la dottoressa Jessica M. Sun del reparto pediatrico dell’ospedale della Duke University, parlando di Nelly.

Detská mozgová obrnaIl trattamento di Nelly è parte di un programma della Cord Blood Center volto a consentire l’uso più ampio possibile di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per il trattamento di pazienti, conformemente alle tendenze nel campo della medicina mondiale.

L’aiuto di Cord Blood Center:

  • cerca attivamente clienti / pazienti con una diagnosi dove il sangue del cordone ombelicale può essere d’aiuto,
  • cerca i centri di trapianto in Europa e negli Stati Uniti in grado di utilizzare il sangue del cordone ombelicale per il trattamento,
  • organizza l’accesso al trattamento per coprire i costi del trattamento.

Kmeňové bunky

Il primo cliente CBC trattato presso il Duke University Hospital è stato Alex, un ragazzo rumeno con diagnosi di paralisi cerebrale. Nelly è il secondo cliente del gruppo Cord Blood Center ad intraprendere tale trattamento; e ne seguiranno vari altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.