Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

Trattamento della paralisi cerebrale con cellule staminali ottenute da sangue cordonale e tessuto cordonale

In Europa è in corso una sperimentazione clinica finalizzata per un nuovo trattamento della paralisi cerebrale infantile. Tale trattamento consiste nell’infondere 2 tipi di cellule staminali provenienti dal sangue cordonale e dal tessuto cordonale.

Lo scopo dello studio è quello di provare la sicurezza e l’efficacia dell’infusione endovenosa di cellule staminali mesenchimali in vitro e delle cellule staminali del cordone ombelicale. Nel primo caso verranno utilizzate per la ricerca clinica cellule staminali mesenchimali autologhe derivate da tessuto ombelicale crioconservato. Lo studio è condotto in collaborazione con l’università di Hospital Niño Jesus a Madrid, in Spagna.

La paralisi cerebrale infantile è una malattia che al momento non è disponibile per il trattamento, secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC) viene diagnosticata una su 326 bambini.

17 milioni di persone nel mondo sono affette da paralisi cerebrale infantile (CPIRF). Negli Stati Uniti, ogni anno vengono impiegati 26 miliardi di dollari per curare questi pazienti, ha detto l’OMS.

Esistono diversi studi di casi clinici che utilizzano le cellule staminali del sangue cordonale che dimostrano sicurezza ed efficacia nel trattamento della patologia. Le cellule staminali del tessuto perinatale (neonatale) mostrano un’elevata attività immunomodulatoria e antinfiammatoria sia durante la coltura in laboratorio, sia in condizioni corporee. Allo stesso tempo, influenzano notevolmente la rigenerazione dei tessuti cerebrali.

Il professor Luis Madero impegnato in uesto studio afferma:

“Il lancio di questa sperimentazione clinica dà una grande speranza sia a me che ad altri professori impiegati nello studio del trattamento di malattie gravi che utilizzano le cellule staminali ematopoietiche e mesenchimali”.

Le cellule staminali adottate per la terapia verranno preparate utilizzando una tecnologia brevettata unicamente per la produzione di cellule staminali mesenchimali. La tecnologia di bioproduzione delle cellule staminali è stata sviluppata in conformità agli standard internazionali senza l’uso di prodotti di origine animale. L’utilizzo di cellule staminali provenienti dal paziente aumenta la sicurezza nel trattamento e prolunga la loro sopravvivenza nel corpo umano. L’amministratore delegato della società sponsorizzatrice ha dichiarato:

“La ricerca clinica avviata da ESPERITE compirà un passo avanti nello sviluppo di nuovi interventi in neurologia pediatrica e fornirà una migliore comprensione dei meccanismi responsabili degli effetti terapeutici delle cellule staminali propagate in condizioni di laboratorio impiegandole per l’uso nella medicina rigenerativa personalizzata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *