Siamo qui per voi : Via F. d’Aragona 92/D – Barletta
  Contatto : 366 399 3997

Sangue Cordonale autologo: una chance in più per salvare una vita

“Vedere il sangue stesso, e sapere che era del mio bambino, è stato un momento molto toccante per me, come mamma. Quel momento per Ricky ha significato un nuovo inizio, un nuovo capitolo della sua vita. Non vediamo l’ora di scoprire cosa il Signore gli riserva per il futuro”.
Queste sono state le parole di Cynthia dopo il trapianto eseguito sul figlio di 9 anni a cui è stata diagnosticata una grave anemia aplastica acquisita.
La loro storia è iniziata nell’estate del 2011, quando Ricky iniziò a soffrire di contusioni inspiegabili, rash ed epistassi. Dopo molte analisi, diverse settimane di trasfusioni di sangue e di trattamenti che non portavano nessun segno di miglioramento, la valutazione finale dei medici fu che il bambino, per avere una remissione completa e a lungo termine della malattia aveva bisogno di un trapianto di midollo osseo.
Nonostante tutti i loro sforzi nel cercare, per mesi, un donatore di midollo osseo compatibile, la loro ricerca non ebbe successo. La salvezza fu l’aver conservato il sangue cordonale di Ricky alla nascita.
David Buchbinder, il suo medico dell’ospedale pediatrico di Orange County sostiene: ‘’Queste cellule sono di Ricky, per cui saranno felici di essere all’interno del suo corpo!…Il loro utilizzo non comporta rischi. Inoltre noi gli somministreremo prima dei farmaci immunosoppressivi.
35 giorni dopo il trapianto, molto prima di quanto tutti si aspettavano, Ricky era già in grado di tornare a casa pieno di energie e di voglia di giocare.
Questo caso ha fornito inoltre, allo staff medico di Ricky, la possibilità di concludere il report, pubblicato quest’anno sulla rivista ‘’Pediatric Transplantation’’, riguardo questo argomento. Con l’aumento del numero di persone che crioconservano il sangue cordonale, l’uso autologo nel trattamento dell’anemia aplastica grave sarà considerato una terapia di prima linea.

FONTI:
http://www.utsandiego.com/news/2012/jun/01/region-murrieta-boy-recovering-from-experimental/

http://murrieta.patch.com/groups/local-connections/p/murrieta-boy-welcomed-home-after-transplant

David Buchbinder & al. “Successful autologous cord blood transplantation in a child with acquired severe aplastic anemia” Pediatric Transplantation Volume 17, Issue 3, pages E104–E107, May 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *